cambiare vita: dream the impossible.
Colpo di fulmine

Tel Aviv.

Tel Aviv è uno di quei posti che non ti aspetti e che non capisci immediatamente, il primo sguardo ti lascia interdetto perché viaggiando in Israele, uno Stato dalla storia millenaria, ti aspetteresti tradizioni, segni del passato, grandi eredità! E invece Tel Aviv è una città moderna, per giovani, proiettata verso il futuro, con una vibrante nightlife, disseminata di boutique hotel e locali dal gusto vagamente europeo, molto friendly.

bandieraE’ decisamente uno di quei posti che entra di diritto nella mia personale lista dei “GOOD VIBES”, dove senti che la vita scorre fluida, con i giusti ritmi, avverti vibrazioni positive e pensi: “perchè no? in fondo potrei venire a viverci per qualche mese!”. D’altronde non deve essere facile trovare la giusta dimensione quando tua sorella maggiore risponde al nome di Gerusalemme, ed ha fascino e reputazione da vendere, è avvolta nel mistero ed è contesa dai tempi dei tempi, ha fama di grande ammaliatrice e il confronto pesa come un macigno, è impossibile da sollevare, ed è praticamente inutile tentare l’impresa.  Ma Tel Aviv ha sognato l’impossibile, è andata per la sua strada, ha risposto all’avvertita esigenza di un posto nuovo, che guarda al futuro, aperto a giovani, nerd e globetrotter, dall’atmosfera californiana, ed ha vinto. 

Vivendo a Tel Aviv potrei svegliarmi presto, andare in spiaggia con lo skateboard e magari rilassarmi ascoltando il rumore del mare, dimenticando di guardare l’orologio …DSC_1756

… potrei fare il bagno con i miei cani nella spiaggia attrezzata anche per loro, con tanto di doccia dedicata agli amici a 4 zampe…DSC_1748
…potrei concedermi un outfit improbabile…DSC_1738
…finalmente potrei imparare a surfare decentemente…DSC_1763

…o passeggiare tra i vicoli del “vecchio” quartiere di Jaffa per poi rifocillarmi dalla calura con un bel frullato di anguria, lime e menta nel vicino mercato di Carmel…20170706_175241-03-1

Considerando che è una città nella quale sicuramente vorrò tornare, forse è il caso di salutarla dicendole: “GOOD VIBES TEL AVIV!”,  a prestissimo.20170707_094218-03

Raccomandabile perché?

…perchè a Tel Aviv tutto grida che è possibile, che puoi farcela: DREAM THE IMPOSSIBLE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *